Carlo Collivignarelli

Nato a Mortara (PV)  il  05/06/1947.

Laureato in Ingegneria Chimica presso il Politecnico di Milano il 19 ottobre 1971.

 

1.   Attività didattica

E’ professore ordinario di “Gestione e controllo di impianti di trattamento delle acque urbane e industriali”, “Gestione e controllo dei sistemi di trattamento/smaltimento dei rifiuti” e “Tecnologie avanzate per il trattamento delle acque e dei rifiuti” presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Brescia.

Tiene inoltre per incarico il corso di “Tecnologie avanzate per il trattamento delle acque e dei rifiuti” presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Pavia.

Ha seguito in qualità di relatore parecchie decine di tesi di laurea.

Ha prestato docenza in numerosi corsi di aggiornamento presso Università ed Enti diversi.

 

2.  Attività scientifica

Ha svolto e tuttora svolge la propria attività scientifica nell’ambito dell’Ingegneria Sanitaria affrontando, per lo più a livello sperimentale, diversi temi di sensibile attualità nei settori delle acque di scarico, delle acque di approvvigionamento e dei rifiuti solidi.

Tra gli argomenti di ricerca vanno segnalati:

    Pianificazione territoriale del disinquinamento idrico;

    Modellistica connessa con la verifica di funzionamento degli impianti di depurazione;

    Trattabilità biologica degli scarichi industriali;

    Trattamenti avanzati di liquami domestici;

    Trattamenti avanzati di acque potabili (rimozione metalli con carbone attivo, ozonizzazione, fluorurazione etc.);

    Trattamenti avanzati di fanghi di depurazione (essiccamento termico, pastorizzazione, smaltimento agricolo etc.);

    Costi di depurazione urbana e industriale ed esempi di fattibilità tecnico-economica del risanamento idrico del territorio;

    Interventi di recupero materiale ed energetico su residui industriali ed agricoli (con studi sperimentali nel campo dell’industria conciaria e metallurgica, nella zootecnia etc.);

    Trattamenti avanzati di rifiuti pericolosi (es.: ossidazione ad umido, inertizzazione dei fanghi etc.);

    Impatto ambientale dei sistemi di trattamento dei rifiuti solidi (discariche controllate in particolare);

    Alternative sperimentali di trattamento del percolato di discarica;

    Gestione delle acque di scarico, delle acque potabili e dei rifiuti nei Paesi in via di sviluppo.

 

Su questi temi ha prodotto oltre 350 lavori pubblicati su riviste scientifiche italiane e straniere.

Ha seguito in qualità di relatore parecchie centinaia di tesi di laurea.

Ha partecipato, in qualità di relatore o chairman, a oltre un centinaio di  convegni scientifici in Italia e all’estero.

Ha organizzato e coordinato convegni in materia di rifiuti solidi, acque reflue e trattamenti di potabilizzazione.

E’ stato membro di commissioni tecnico-scientifiche a livello regionale e provinciale nei diversi settori dell’Ingegneria Ambientale.

E’ direttore del CETAMB LAB (Laboratorio di documentazione e ricerca sulle tecnologie appropriate per la gestione dell’ambiente nei Paesi a risorse limitate”), struttura attiva dal 2000 presso l’Università di Brescia.  In questo ambito ha coordinato varie ricerche in diversi Paesi di Africa, Asia e America Latina.